Agrate con le ali ...

Il calendario di Agrateconleali
Il calendario di Agrateconleali

Le ali sono quelle degli uccelli che vivono nel territorio di Agrate Brianza, che lo sorvolano nelle loro migrazioni, che lo abitano nel periodo invernale o d'estate; poi ancora quelli che si fanno vedere una volta sola, capitati per sbaglio durante i loro erratismi.
Ho incominciato a fotografarli dal 2009, con una semplice attrezzatura amatoriale, molte immagini presentano dunque evidenti limiti tecnici, tuttavia credo siano sufficientemente definite per restituire la bellezza e le particolarità delle specie rappresentate. Alcune di queste fanno parte del comune repertorio visivo di tutti noi: passero, rondine, merlo, piccione; altre le conosciamo per sentito dire, per la loro letterarietà: capinera, falco, gufo, e altre ancora probabilmente sarà la prima volta che ci capita di sentire nominare e vedere. E' comunque sorprendente il numero delle specie che si possono ancora rilevare nel territorio di Agrate . Lo è ancora di più se pensiamo a quante trasformazioni ambientali sono state compiute, quanti habitat naturali  sono stati completamente urbanizzati e perduti; quanta parte del territorio agricolo è stata frammentata, a tutto vantaggio di poche specie - cornacchie su tutte - e a svantaggio della gran parte delle altre.
Naturalmente, se Agrate è il luogo d'interesse  privilegiato di questa sorta  di piccolo catalogo naturale, gli uccelli con le loro ali si spostano senza confini e dunque il catalogo si apre ai dintorni e a quei luoghi più o meno vicini dove le condizioni ambientali consentono la sopravvivenza di specie di grande interesse, bellezza e rarità.

Non è un sito per provetti ornitologi, ci sono le informazioni scientifiche di base: nome della specie, in italiano, in latino, in inglese  e,  quando noto, in dialetto locale, corredati in molti casi da altre informazioni utili e un po' di nozioni e curiosità relative alle singole specie  e al territorio in cui esse si relazionano.
Non è un sito per provetti fotografi, come ho detto le immagini sono realizzate con una macchina digitale dotata di zoom, e poi corredate  da  alcuni  semplici indicazioni relative a data e località dell'osservazione; in qualche caso quest'ultima è omessa o sfumata al fine di evitare possibili disturbi in fasi critiche (periodo riproduttivo) a specie di particolare rarità e fragilità da parte di qualche incauto curioso.
E' un sito per tutti quelli che sono ancora in grado di stupirsi.
Altre informazioni, approfondimenti, storie, immagini le trovate  nei menù varie, articoli, novità, ecc..

Sito a cura di Dario Porta | realizzazione 31 gennaio2010 | Copyright 2010 by Dario Porta