GUFO COMUNE

(Asio otus) long-eared Owl

 

Un proverbiale uccello popolare, a cui inverosimilmente viene attribuito un disvalore di malaugurio. In realtà il gufo comune non è per nulla una specie comune e diffusa, anzi si può affermare in tutta  tranquillità che sia  una specie abbastanza rara e di grande interesse.

Non si rinviene nelle nostre zone se non in determinati e limitati periodi e luoghi. Necessita di ambienti boscosi sufficientemente ampi e tranquilli, ambienti che si possono trovare solo in montagna o nelle valli fluviali ben conservate dal punto di vista ambientale. In inverno le popolazioni nord europee migrano verso sud e spesso si trovano piccoli gruppi che si stanziano in determinate località della pianura padana, anche nel Milanese. Si riuniscono in gruppi che danno luogo a  dormitori diurni(roost) nei quali più gufi se ne stanno appollaiati a riposare sopra un albero o gruppi di alberi ravvicinati. Cosa determini la scelta di questi roost, frequentati di anno in anno, è un mezzo mistero. Capita che il luogo prescelto sia in zone particolari, senza nessuna relazione  scontata con il territorio e le abitudini alimentari del gufo, che appartiene alla famiglia dei rapaci notturni e cattura prevalentemente piccoli roditori. Il dormitorio più vicino ad Agrate si trova a Trezzo d’Adda, lungo le sponde in un tratto boscoso del fiume, dove per l’appunto in inverno si possono vedere i gufi appollaiati e immobili sui rami delle robinie. Non si pensi tuttavia che sia facile scorgerli:il loro mimetismo con l’ambiente nel quale sono immersi è assoluto e perfetto e solo un occhio attento e allenato riesce a vederli.

Da notare nella selezione delle foto proposte le “orecchie”, quella sorta di curiosi cornetti fatti di penne che i gufi comuni drizzano quando sono allertati da qualcosa che li inquieta o li spaventa. Può capitare di vedere un gufo anche ad Agrate, soprattutto durante  la fase di dispersione dei giovani, solitamente verso la fine dell’estate. Una segnalazione recente (2008) è stata effettuata alla vasca Volano.