Una spettacolare novità: dal polo Nord alla vasca Volano di Agrate Brianza

Grazie alla bravura e cortesia di Franco Pelizza, autore delle foto e dell'osservazione, possiamo vedere la straordinaria bellezza di un'Oca facciabianca, una specie nordica che capita molto raramente in Italia.

Giovedì 20 gennaio ha sorvolato a lungo l'invaso della vasca Volano senza tuttavia mai posarsi. Le foto sono parte di una serie molto bella che ci restituisce al meglio le caratteristiche di questa rara specie.

L'osservazione arricchisce il numero già incredibilmente alto delle specie rilevate presso la vasca Volano e dimostra l'importanza conservazionistica di un'area biotopo inserita in un contesto estremamente difficile, un'area da salvaguardare.

26.01.2011 

Lungo l'Adda..

|...| Il bel fiume era l'Adda

errabonda per prati e campi,

tra leggiere boschine di pioppi.

Sopra era teso un cielo senza nubi,

appena nebuloso:

il bel cielo di lombardia,

così bello, così in pace.|...|

  Alcuni versi di "Quel pomeriggio dolce", poesia scritta nel 1975, alla soglia dei novant'anni, da Diego Valeri, uno tra i più "sicuri" poeti del Novecento, come scrive Pier Vincenzo Mengaldo nel suo lavoro critico di pochi anni posteriore; eppure, come tanti altri poeti del 900, già completamente dimenticati nella considerazione della "sistema" culturale e mediatico attuale.

Li riprendo per ricordare un poeta  e come pretesto per mostrare le foto di due particolari specie di uccelli "trovati" percorrendo le sponde del "bel fiume Adda", nel suo corso tra Airuno e Brivio(LC), in una fredda e bella giornata invernale. Si tratta di un Falco di palude, appollaiato al centro di una inaccessibile distesa di canne palustri e di un piccolo Usignolo di fiume,  presente anche in inverno, due specie strettamente legate al particolare habitat che solo qui e pochi altri luoghi è dato di trovare. 24.01.2011

Gennaio di sorprese

 Ancora due specie nuove che si aggiungono all’elenco della Galleria, questo inizio del 2011 non smette di stupire. Forse è il caso di dire una specie e mezza perché, almeno per una di esse, il Picchio rosso minore, la foto è quella che è… presa al volo ma è pur tuttavia un inizio. Finalmente sono arrivate anche le foto del Frosone, anch’esse non particolarmente riuscite, ma comunque in grado di mostrare la caratteristica saliente del suo potente becco. Tutte e due le specie sono state osservate nei giardini della Villa reale di Monza, tra l’intreccio di rami altissimi.

Un luogo che fa registrare una numerosa varietà di specie ma anche un luogo non facile per le osservazioni in quanto la densa copertura vegetale e l’altezza stessa delle piante rendono difficile l’identificazione. Solo in inverno, senza le foglie, è possibile “vedere” la ricchezza di presenze alate che si spostano sui “piani alti” del giardino. 19.01.2011    

Ci sono tre nuovi video! Ballerina gialla; Edredoni, Fistione turco, guardali, li trovi nel menù Video o nelle relative voci della Galleria. 09.01.2011

Ancora new entry: tre nuove specie in due giorni!

Davvero sorprendenti questi primi giorni di Gennaio 2011: sei nuove specie che vengono documentate, e specie molto interessanti. Le ultime tre sono l'Airone bianco maggiore, l'Albanella reale e, ultimo, viene il Corvo. L'airone bianco è fotografato in un campo di Liscate(MI)  ma può capitare di osservarlo anche alla vasca Volano di Agrate; è molto più raro dell'airone cenerino e ha una distribuzione est europea anche se sembra che negli ultimi anni si stia disperdendo in molte altre regioni, compresa l'Italia. L'albanella reale è un rapace diurno che vive nel nord-est dell'Europa e sverna nelle regioni meridionali della stessa. Caccia in modo caratteristico: sorvola a bassa quota  i terreni aperti, i prati stabili soprattutto, alla ricerca di piccole prede, normalmente piccoli roditori. Questa nella foto, scattata nelle campagne lodigiane, è una femmina, il maschio infatti presenta una livrea molto diversa, con piumaggio grigio e nero. Il giorno dopo aver scattato questa foto un'esemplare di albanella cacciava sui lacerti di campo presenti nella zona del "Campir", ad Agrate.

La terza novità è riferita al Corvo comune, da non confondere con le cornacchie. Si tratta di una specie nord europea che spesso in inverno si porta anche nelle nostre regioni e sporadicamente lo si osserva anche nel nostro territorio. Qui,i corvi - un gruppo comprendente  una trentina di individui - sono fotografati in un campo presso Pessano con Bornago(MI). Notate il  possente becco come sia più appuntito e meno nero di quello della cornacchia. 06.01.2011

New entry 3: il Fistione turco

Una nuova e bellissima specie arricchisce l'elenco delle specie presenti nella Galleria: il Fistione turco, un'anatra dalla  grande testa arrotondata che, nel maschio, è di  colore rosso acceso. Si tratta di una specie abbastanza rara in Europa  e spordicamente presente in isole geografiche localizzate nel bacino del Mediterraneo (Turchia e Spagna ) e nella media Europa. In inverno  capita di trovare qualche individuo  svernante sui laghetti prealpini o nei bacini non troppo profondi che non gelino. Qui siamo a Garlate, prima di Lecco e quello che si vede è un bellissimo maschio che nuota con moriglioni, folaghe e tuffetti. Poco più a valle, a Olginate e nel tratto di Adda presso Airuno, sono presenti altri individui della specie. 05.01.2011

Il lago d'inverno..

Il lago d'inverno, come il mare.. presenta aspetti inusuali di grande fascino, a partire dalle specie di uccelli che si possono ammirare, e senza neanche tanto disturbo, lungo le sue rive. Parliamo del lago di Lecco ma le considerazioni si possono estendere anche agli altri grandi laghi sub alpini. In questo caso l'attenzione si focalizza su due specie di anatre di grande bellezza che arrivano per svernare alle nostre latitudini dal nord ed estremo nord dell'Europa: lo Smergo maggiore e l'Edredone. Della prima si hanno molte segnalzioni in varie località del nord Italia, è una specie che negli ultimi anni fa registrare una tendenza all'aumento numerico, anche con qualche caso di nidificazione; per la seconda, in questo periodo invernale mancano segnalazioni di arrivi e quelli che si vedono in foto sono i due edredoni maschi arrivati immaturi (erano tre) due stagioni fa e poi non ripartiti. Se volete vedere gli edredoni sono a Varenna e si avvicinano alla riva insieme ai germani reali, per gli smerghi  va bene sempre Varenna ma ci vuole un binoccolo perchè generalmente sono un po' più al largo. Se andate a Varenna, sulla passeggiata lungolago è facilissimo incontrare anche tanti altri  piccoli  uccelli, nelle foto: una ballerina gialla, una Ballerina bianca e un piccolo Regolo. 05.01.2011

Occhi rossi: lo Svasso piccolo

Più grande del Tuffetto, più piccolo dello Svasso maggiore; più raro di tutti e due: è lo Svasso piccolo. In questo periodo se ne può vedere qualche esemplare nei laghi e laghetti sub-alpini. Quelli nella foto sono stati ripresi al Lago di Garlate, sponda lecchese. Per mostrarne differenze e affinità seguono due foto di Tuffetto e Svasso maggiore, anch'esse scattate nel medesimo luogo. 03.01.2011

New entry 2: Oca del Canada

Il lago di Olginate nel periodo invernale si conferma quale luogo per interessanti osservazioni ornitologiche, ci sono molti anatidi di varie specie, anche rare, che sostano o svernano in questo specchio d'acqua che solitamente non gela, essendo percorso dalla corrente dell'Adda.

In questi giorni è presente anche una Oca del Canada, una specie importata da tempo in Gran Bretagna e nella Scandinavia e in parte naturalizzata. Ogni tanto qualco individuo erratico ( a meno che non sia un'aufuga) compare anche in Italia. Sono presenti anche alcune Volpoche, Canapiglie(vedi foto), Alzavole  e Fistioni turchi, oltre che ai tanti Moriglioni, Cigni reali, Morette, ecc. che colorano il lago. 02.01.2011

New entry 1: Strolaga mezzana

Il nuovo anno si apre con una specie nuova che si aggiunge all'elenco delle specie rappresentate nella Galleria, una specie molto particolare e non facile da osservare; arriva dalle regioni sub artiche ( il nome scientifico è Gavia arctica, per l'appunto). Quasi tutti gli inverni qualche individuo isolato appare qua e là nei laghi prealpini o sulle coste  marine, questa che si vede in foto in questi giorni staziona nel bacino dell'Adda in territorio di Airuno (LC). Appare e scompare qua e là emergendo dalla nebbia o dalle acque, nelle quali si immerge per continue battute di pesca; il freddo fuori è intensissimo ma a lei, abituata a ben altri climi, deve apparire estate.... 02.01.2011