LUGLIO 2012

All'alba una volpe rientra nella tana

Si lo so, questa non vola. Però è bella e la sua strada incrociava la mia, lei al rientro dopo la  notte passata alla ricerca di cibo- in questa stagione quasi tutto costituito da bacche e frutti selvatici-e io iniziavo il mio giro di birdwatching: non potevo non dedicarle una foto!

Parco Adda Sud, 28.07.2012

Volpe
Volpe

Sotto la pioggia, il video del Pigliamosche

Ultime nascite della stagione alla vasca Volano di Agrate

Eccole le ultime arrivate alla vasca Volano di Agrate, due piccole folaghe che hanno pochissimi giorni di vita ma sono già in grado di seguire in acqua la madre. Tra il verde delle alghe che con il caldo hanno fatto la loro ricomparsa nella vasca, spicca il rosso del piumino dei pulli,  che  a sua volta si intona con il rosso degli occhi dell'adulto. Le folaghe sono una presenza  costante  alla vasca Volano, sempre attive e dinamiche  mettono un po' di allegria  e di trambusto nel piccolo specchio d'acqua.

21.07.2012

Folaga con nidiacei
Folaga con nidiacei

Falco Pecchiaiolo

Il grido delle cornacchie richiama l'attenzione verso l'alto: in cielo un falco pecchiaiolo è alle prese con il mobbing esercitato nei suoi confronti dalle cornacchie grigie. Il falco volteggia elegante e splendido cercando di liberarsene ma le cornacchie sono un osso duro, non demordono dalla loro azione di ostracismo e lo costringono a portarsi sempre più in alto, fino a perdersi in lontananza. Intanto sono riuscito a scattare questi malcerti scatti, dimenticavo: il cielo è quello sopra  Agrate Brianza,  nei pressi dei vivai omatesi. 15.07.2012

Preso!

Preso, nel senso di visto e fotografato. Non è una cosa semplice se il soggetto in questione è il Rigogolo. Infatti quasi sempre se ne sta nascosto nel folto della vegetazione arborea e da lì emette il suo canto miagolato e ripetuto. A dispetto del suo colore vistoso, individuarlo tra le foglie dei pioppi è davvero quasi impossibile, ci vuole un colpo di fortuna e qualche volta, machiavellicamente forzandola e "battendola", come il farsi trovare alle 5,30 a bordo fiume in un giorno che promette pioggia.. la fortuna arriva e il rigogolo sceglie quale posatoio un ramo secco che si eleva sopra la chioma di un alto pioppo. Poca luce, un po' lontano ma, insomma: preso! 15.07.2012

Isole nella corrente

Un gruppo di tronchi trascinati dalla forza della corrente in mezzo al fiume Adda e lì rimasti arenati, nel periodo di magra del fiume rimangono affioranti e costituiscono delle vere e proprie isole nella corrente. Sono situati in un tratto di fiume intatto e contornato da folta vegetazione e dunque vi trovano  condizioni ideali di sosta e punti di alimentazione un certo numero di uccelli "pescatori" e non solo, come la tortora selvatica che si vede in foto, posata al centro del fiume per bere. Nelle altre foto: cormorano, garzetta e piro piro piccolo; ogni tanto sfreccia a pelo d'acqua il martin pescatore, passano lenti i gabbiani reali, gli aironi cenerini, i germani reali, nell'aria si sente  il richiamo flautato e miagolato del rigogolo.  15.07.2012

L'ospite inatteso

In giardino la coppia di codirossi si dà da fare per alimentare i giovani che hanno lasciato il nido da qualche tempo ma sono ancora poco autonomi. All'improvviso appare un giovane verzellino e reclama anche lui la sua parte di attenzioni. Il verzellino è quello giallo, quello chiaro è il giovane codirosso e quello colorato è il maschio adulto. 08.07.2012

Verzellino, giovane codirosso e adulto:lessico famigliare
Verzellino, giovane codirosso e adulto:lessico famigliare

L'averla e la luna

Il sole è spuntato da più di mezz'ora ma la luna si attarda a lasciargli campo libero e la sua traiettoria incrocia il posatoio di un maschio di averla piccola. 08.07.2012, golena dell'Adda lodigiana .

Il picchio verde

Il "verde" è un picchio davvero singolare, per l'abito colorato e vistoso che lo fa assomigliare a un esotico pappagallo e per una serie di comportamenti che ne accentuano l'aspetto stralunato e bizzarro della sua maschera facciale. Questo che si vede nella foto, scattata in una golena dell'Adda, è un maschio, riconoscibile per avere il mustacchio rosso bordato di nero, che nella femmina è invece solo nero. 01.07.2012

Picchio verde, maschio
Picchio verde, maschio

Upupa, aligero folletto...

Così la chiama Eugenio Montale e la definizione oltre che poetica e bella è anche pertinente perchè tutto si può dire dell'upupa ma no che non sia un folletto di vivacità e simpatia. Vederla con le ali aperte e la cresta tesa è uno spettacolo unico  da non perdere, peccato che sia ormai molto difficile da osservare in molte parti della Lombardia e in particolare in Brianza, dove l'Upupa si può vedere ( se si ha fortuna) sostanzialmente solo durante i passi migratori. Qui  tre scatti mentre è posata su un albero radicato lungo il greto del fiume Brembo. Luglio 2012

Una giovane Averla piccola

Ben nascosta nel folto della vegetazione che la protegge dalla predazione dei corvidi e dei rapaci una giovane averla aspetta che i genitori le portino l'imbeccata costituita da insetti catturati  da questi al volo o sul terreno. Nelle prime due foto si vede il giovane maschio e nella terza il maschio adulto, notate la livrea più marcata e decisa dell'adulto. Spino d'Adda 01.07.2012 

Pernice rossa: scadenza metà settembre 2012

Una bella pernice rossa si aggira tra i sassi del greto del fiume Adda. Si tratta di un individuo proveniente da ripopolamento artificiale, la pernice rossa infatti è distribuita su un'areale più occidentale rispetto al bacino idrografico dell'Adda, tuttavia i cacciatori non guardano molto per il sottile e per le schiere armate che da metà settembre imperversano in lungo e in largo in questi territori nominalmente indicati come "Parco Adda Sud", rossa, bianca o verde che sia per essi non è altro che una preda sulla quale scaricare bordate di piombo e la loro frustrazione sportiva.  Luglio 2012

Pernice rossa
Pernice rossa