DICEMBRE 2014

Un inverno con tanti frosoni

Tanti nel senso che si vedono qua e là in molte regioni dell'Italia settentrionale, come non se ne vedevano da alcuni inverni. Arrivano dalle regioni alpine e soprattutto dal di là delle Alpi. Anche Agrate ha avuto la sua parte di frosoni, visti a partire da inizio novembre ( vedi novità del mese di novembre) alla vasca Volano, al parco Aldo Moro e oggi, 26 dicembre, nei vivai omatesi. Le prime due fotografie mostrano un maschio, riconoscibile dalla maschera facciale scura e una femmina, senza maschera e dai colori più tenui. La terza foto ritrae un frosone maschio fotografato alla vigilia di Natale presso la mangiatoia artificiale posta nei pressi della sede del Parco di Montevecchia.

Cincia bigia sulla mangiatoia

Una cincia bigia è alle prese con un seme di girasole prelevato in una delle mangiatoie artificiali installate dal Parco di Montevecchia. In pianura è decisamente meno diffusa della comune cinciallegra e della cinciarella, come la cincia mora è specie più "montanara" ed è un vero folletto dei boschi, sempre in movimento.

Montevecchia, 24.12.2014

Cincia bigia
Cincia bigia

Il Calendario 2015 di agrateconleali. Nessuno senza!

Pettirosso natalizio

Il Natale si avvicina, mettiamo qualcosa di rosso, preso in giardino..

Agrate B.za , giardino di via A. De Gasperi, 08.12.2014

Storno in abito invernale

Uno storno alle prese con  quel che rimane di un kako maturo. Il suo piumaggio invernale appare gocciolato come quello della nocciolaia, splendido corvide delle foreste alpine. In primavera il piumaggio virerà verso un nero dai riflesso metallici, molto appariscenti e tuttavia non è per questo che lo storno è conosciuto ma per il suo suo super attivismo alimentare e la tendenza a formare stormi invernali incredibilmente numerosi e coesi  da sembrare nuvole nere in continua evoluzione, uno degli spettacoli naturali più impressionanti.

 Agrate B.za, 08.12.2014

Coppia di Fistioni turchi  a Pescate (LC)

Il lago di Garlate in questi giorni ospita alcuni singolari migratori giunti  svernare dal Nord: Strolaga mezzana e, vera rarità, una Moretta codona.

Quest'ultima è stata segnalata da molti  e così sono andato anch'io a Pescate, nella zona dove si faceva vedere ma..non l'ho vista. Capita.

In compenso ho visto due coppie di colorati Fistioni turchi, una specie poco diffusa e molto particolare, dalla livrea splendida. Tutto sommato sono valsi la pena del (breve) viaggio. 01.12.2014

Gabbiani comuni in parata

Presenza costante e in inverno molto numerosa è quella dei gabbiani comuni. 

Nella foto vediamo un gruppo di gabbiani comuni che si riposano su un pontile della riviera di Pescate (LC). 01.12.2013