GIUGNO 2015

Il Succiacapre, re del mimetismo

Raro e difficile da osservare, se non altro perchè quando si trova nel suo ambiente naturale è praticamente "invisibile" talmente è mimetico. Consapevole di questa sua prerogativa se ne sta fermo immobile e s'invola se disturbato solo all'ultimo istante. Si tratta di una specie di grossa rondine e come questa caccia insetti al volo ma lo fa di notte. Cattura soprattutto falene che prende al volo grazie a una smisurata apertura del becco. 

 Parco Adda Sud

Gallinella d'acqua sul nido

Una gallinella d'acqua sul nido posto al bordo di uno stagno, una piccola lanca morta dell'Adda. Il nido è posto su una specie di piccola isola formata da rami  e vegetazione morta. Le gallinelle frequentano stagni e rogge  e cosi d'acqua ricchi di vegetazione dove ripararsi di giorno e dove alimentarsi nelle ore serali e nelle prime ore del mattino. Ad Agrate è possibile osservarle alla vasca Volano e lungo il corso del torrente Molgora, qui, in pieno parco del Molgora, le poche gallinelle che sopravvivono sono oggetto di caccia... 

 

La cugina d'oltralpe: Cornacchia nera.

Praticamente identica in tutto alla diffusissima cornacchia grigia, se non nel colore del piumaggio, la cornacchia nera è specie diffusa nelle regioni europee occidentali a nord delle Alpi. In Italia è presente sull'arco alpino , in particolare nella parte occidentale. Capita che , soprattutto nel periodo invernale qualche individuo compaia anche nella pianura padana. Le due specie danno vita spesso a ibridi dal colore grigio-nero. La  foto è stata scattata in val di Rhemes, Aosta.

Una specie alpina: lo Spioncello

Frequentatore dei pascoli e dei rudereti alpini lo spioncello non è una specie molto nota. L'ambiente estremo che frequenta e la scarsa caratterizzazione delle sue particolarità morfologiche  non lo rendono molto riconoscibile ai non esperti. In inverno, quando il suo habitat estivo diventa impraticabile lo spioncello scende alle quote più basse e lo si ritrova lungo le sponde sabbiose e ghiaiose di laghi e fiumi.

Foto scattata  al Passo dello Spluga a circa 2000 m slm.